Deutsch · English · Español · Français · Italiano · Lietuvių · Nederlands · Polski · Suomi · Svenska
Bulletin Board

No entries at present.

Please contact us if you want to place an ad here.

Clapperboard
2016 FACEnetwork
Video Contest
 

Perché l’”etichettatura nutrizionale” non è adatta per i caseifici di azienda agricola e per i produttori artigianali di formaggi?

FACE Network Petition

L’Unione Europea ha recentemente introdotto l’”etichettatura nutrizionale” obbligatoria sui prodotti alimentari preconfezionati, eccetto che i prodotti alimentari forniti direttamente dal produttore al consumatore finale in piccole quantità, o per prodotti commercializzati in ambito locale.

In genere i prodotti lattiero caseari delle aziende agricole e dei caseifici artigianali sono venduti direttamente senza pre-confezionamento, nei mercati o negli spacci aziendali. Tuttavia alcuni prodotti sono immessi sul mercato in forma preconfezionato e commercializzati tramite GDO, iper e supermercati, e sia a livello locale così come in circuiti più lunghi, attraverso affinatori, grossisti o altre piattaforme della distribuzione (e-commerce). In questi casi, i prodotti devono rispettare il Regolamento 1169/11, e dovranno essere etichettati con il loro valore energetico, la quantità di grassi, di acidi grassi saturi, di carboidrati, di zuccheri, di proteine e di sale.

Questa parte del Regolamento è molto difficile da applicare nell’azienda agricola o nel caseificio artigianale perché i loro prodotti non sono standardizzati: essi sono realizzati artigianalmente, fatti con i metodi tradizionali, spesso con il latte crudo e spesso senza aggiunte oltre a latte, caglio e fermenti lattici. Soprattutto il latte crudo ha normali variazioni di composizione nel corso dell’anno.

La stagione, la fase di lattazione, e la dieta degli animali incidono sulla quantità di grassi, di proteine e degli altri componenti. Queste variazioni sono ancora più rilevanti se il latte trasformato in caseificio deriva da un’unica mandria. Il risultato è che il contenuto nutrizionale dei prodotti finali varia.

Per poter fornire informazioni nutrizionali corrette, i produttori dovrebbero controllare i nutrienti dei loro prodotti in diversi momenti nel corso dell’anno, e utilizzare etichette diverse secondo i risultati. La maggior parte di loro non sarebbe in grado di sostenerne i costi.

La caratteristica principale dei caseifici di azienda agricola e di quelli artigianali non è il modo in cui vendono i loro prodotti ma le modalità di produzione, non standardizzate.

La nostra esperienza di produttori è che nostri consumatori vedono e capiscono e scelgono questo: non si comprano prodotti di azienda agricola o di caseificio artigianale per il valore nutrizionale, ma con la certezza di acquistare un alimento unico e prezioso.

Noi crediamo che la maggior parte dei consumatori sono desiderosi di conoscere le informazioni nutrizionali dei prodotti alimentari trasformati. Ma non si pongono le stesse domande verso formaggi e latticini di fattoria o artigianali, che sono poco elaborati. Naturalmente, siamo d’accordo che i consumatori devono essere adeguatamente informati per prendere le loro decisioni.

Per questi prodotti, l’etichettatura nutrizionale obbligatoria non è una soluzione, a causa delle difficoltà di fornire informazioni accurate. Le associazioni dei produttori agricoli ed artigianali vorrebbero discutere mezzi alternativi per comunicare queste informazioni ai consumatori, come ad esempio tramite campagne di informazione, fattorie aperte e caseifici aperti…

Per le ragioni sopra esposte, FACEnetwork richiede che l’etichettatura nutrizionale sia VOLONTARIA per i prodotti di azienda agricola o di caseifici artigianali, a prescindere dal metodo di vendita e se siano preconfezionati o meno.

PUOI sostenere questa richiesta, e aiutarci a convincere la Commissione, firmando questa petizione on-line.


Farmhouse and Artisan Cheese & Dairy Producers European Network (FACEnetwork)
42, rue de Châteaudun, 75314 Paris Cedex 09, France, e-mail: info@face-network.eu